menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / Avanzamento dei lavori di manutenzione di mensa, docce e guardaroba

Maggio 2011

AVANZAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE DI MENSA, DOCCE E GUARDAROBA

I lavori di manutenzione straordinaria della mensa e delle docce/guardaroba avanzano e siamo ormai verso la conclusione. Eravamo coscienti che fosse un intervento importante e la realtà del cantiere lo ha ampiamente dimostrato. Macerie e polvere, getti di calcestruzzo, idraulici ed elettricisti, muratori, tecnici degli ascensori, serramentisti, esperti in informatica, piastrellisti e pavimentisti: un nutrito gruppo di persone ben coordinate ha puntualmente svolto i lavori a loro affidati rispettando soprattutto un rigoroso time table che abbiamo studiato per ridurre i disagi dei poveri che fruiscono dei servizi.

Il giorno 16 maggio come da programma abbiamo riaperto il servizio delle docce e lunedì 30 maggio è prevista la riapertura della mensa e del servizio guardaroba.

L'operazione sacchetti ha funzionato: infatti ai nostri ospiti a pranzo e a cena è stato consegnato un sacchetto contenente un panino farcito, frutta, acqua minerale, una scatoletta di tonno o di carne, un dolcetto o biscotti.
L'afflusso di poveri è stato significativo registrando una media di circa 2000 sacchetti al giorno.
Anche l'organizzazione dei volontari e dei dipendenti impegnati a preparare e distribuire i sacchetti ha dato i suoi frutti. Tutti sono stati collaborativi: le imprese presenti per i lavori, pur nel rispetto delle normative della sicurezza, hanno facilitato i percorsi per approvvigionare la mensa dove i sacchetti venivano preparati. Certamente il rumore e la polvere non sono mancati!
L'occasione della preparazione ha favorito il dialogo tra i volontari tra di loro e anche con i dipendenti ed è stata un'occasione per conoscere anche altri volontari provenienti da altri servizi.

Spesso i nostri utenti ci chiedono: "quando riaprite?". Certamente fermarsi in mensa per un pasto caldo, seduti è tutt'altra cosa dal panino o dalla scatoletta consumati in piedi o sulle panchine. Ho pensato a Fra Cecilio quando vedeva i suoi poveri mangiare la minestra accovacciati sul perimetro del sagrato della Chiesa di Viale Piave. Proprio per ovviare a questo chiese alla Provvidenza che pensasse ai suoi poveri e desse loro un luogo protetto e dignitoso. E così avvenne con la costruzione di Opera San Francesco!

È la prima volta che Opera si ferma per un periodo così lungo dopo la ristrutturazione del 1998-1999. E proprio il prolungato e costante uso ha costretto a un fermo che non poteva essere rinviato. Poi si riprenderà e&il prossimo fermo tra dieci anni o anche di più!

Certamente l'intervento è oneroso, ma ci affidiamo alla generosità dei nostri benefattori ai quali manderemo presto un resoconto di quanto è stato realizzato.

Presto rivedremo i nostri poveri seduti a mensa e il panino sarà solo un ricordo.

 

Notizia presente
nella newsletter
Maggio 2011