menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / Un appello per la mensa di OSF

Dicembre 2012

UN APPELLO PER LA MENSA DI OSF

Non serve scomodare le statistiche per comprendere che la mensa di Opera San Francesco è tra i vari servizi quello più oneroso. Non solo in termini economici e di organizzazione, ma anche di tempo perché è il servizio sempre aperto fatta esclusione della domenica: 313 giorni di apertura l'anno con oltre 700.000 pasti preparati e distribuiti.

La cucina di Opera dotata di attrezzature che consentono una così ampia produzione è aperta oltre 12 ore al giorno per la preparazione dei pasti. Per essere pronti sia all'apertura meridiana che serale la cucina inizia per tempo le sue attività. E non si tratta solo di cucinare, ma di provvedere alle pulizie e all'ordine del magazzino, verificare le donazioni in arrivo, sistemare e stoccare le merci, mantenere contatti con l'amministrazione per gli acquisti, etc.
Il lavoro è certamente intenso e anche le macchine sono soggette a un "tour de force". Nonostante si cerchi di usarle con cura e di eseguire regolarmente le manutenzioni, l'usura dovuta anche agli anni di servizio è comprensibile.

Dopo gli interventi di ristrutturazione degli impianti eseguiti nello scorso anno, nel 2012 e per i primi mesi del 2013 abbiamo ritenuto opportuno sostituire la lavastoviglie e un forno a convezione/vapore. Due spese straordinarie che si aggiungono ai costi quotidiani della mensa. Ma necessarie per favorire la qualità della produzione dei pasti e anche per aiutare chi ogni giorno in cucina ci lavora. Ci siamo già attivati per trovare persone generose che ci aiutano e garantiscano una copertura delle spese. La Provvidenza non ci ha mai abbandonato e anche in questo momento difficile economicamente sappiamo di poter contare su molti che comprendono le nostre esigenze e ci aiutano.

Nei primi mesi del 2013 vorremmo anche affrontare la sistemazione dell'ascensore che provvede all'abbattimento delle barriere architettoniche della mensa. Sono molti i diversamente abili che usufruiscono del servizio mensa e che hanno problemi a deambulare.
L'attuale elevatore presenta troppo spesso guasti che ne impediscono il servizio. I tecnici hanno consigliato un intervento radicale che dovrebbe risolvere i vari problemi.
Anche per questo intervento OSF lancia un appello per ottenere aiuti finalizzati al sostegno della spesa.
Di seguito indichiamo i costi dei due impianti per la cucina e dell'ascensore per la mensa: la lavastoviglie 20.900 euro, il forno 27.600 euro, l'ascensore 34.500 euro.

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Dicembre 2012