menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / Pony della Solidarietà 2015

Settembre 2015

PONY DELLA SOLIDARIETÀ 2015

Quello scorso è stato il mese di luglio più caldo mai registrato in Italia dal 1800. Il dato, annunciato sui giornali, è stato confermato dagli esperti della climatologia italiana. Temperature davvero alte, soprattutto in città, hanno reso difficili le giornate e le notti, soprattutto agli anziani, più spesso soli e bisognosi di cura e sostegno. Il Comune di Milano come sempre ha attivato un piano assistenziale estivo per le persone in carico ai Centri Multiservizi Anziani; sono circa 24mila ma è un numero destinato a crescere quando si raggiungono temperature particolarmente elevate, anche per l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa.  Per far fronte a numeri così importanti è essenziale una solida rete di supporto, nella quale da qualche anno è attivo il Pony della Solidarietà, un servizio di Opera San Francesco che garantisce la consegna gratuita e giornaliera di pasti caldi a domicilio.

Sono stati venti i volontari di OSF che si sono messi a disposizione da fine luglio a fine agosto dalle ore 11 alle 14 di ogni giorno, per formare equipaggi di due persone (un autista e un accompagnatore) ed effettuare le consegne dei pasti a domicilio; dalle 10 c'è poi in OSF un volontario che coordina l'equipaggio e predispone in mensa il numero e il tipo di pasti necessari. Si comincia col ritiro in mensa delle buste con frutta e acqua e i contenitori termici col pasto, chiuso nelle valigette blu che verranno lasciate nelle case e poi ritirate il giorno successivo, mentre al sabato viene distribuito anche il pasto freddo per la domenica.
Basta studiare l’itinerario sulla cartina e si parte, per regalare insieme al cibo anche il conforto di una visita e la possibilità di scambiare due parole, spesso le uniche che in queste case silenziose si sentono risuonare nell’arco delle 24 ore. Un piccolo gesto per dimostrare agli anziani che non sono soli e abbandonati e che anche in estate, quando tutti sono in vacanza, c'è qualcuno pronto ad ascoltarli e a prendersi cura di loro.

Dal 30 luglio al 30 agosto sono stati 13 gli anziani assistiti mediamente al giorno da OSF per un totale di 344 pasti consegnati. Racconta Marisa, che da anni si trasforma in Pony estivo per OSF, che l’arrivo nelle case è atteso con ansia perché spesso è l’unico contatto che gli anziani hanno con il mondo esterno. "Mi dai anche un bacio?"... risuona spesso questa domanda perché non viene meno la speranza di avere ancora una parte se pur piccola di affetto. L'abbraccio è la prova che non sono soli e che, per quanto piccolo sia il gesto, c'è qualcuno che ha amore per loro.

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Settembre 2015