menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / 3000 alla Mensa dei Popoli

Ottobre 2015

3000 ALLA MENSA DEI POPOLI

Panche e una tavolata di legno per tremila persone sotto i tendoni allestiti alla cascina Triulza per la grande festa di solidarietà e condivisione del 4 ottobre a Expo, promossa da  Caritas e Diocesi di Milano e organizzata da Duomo Viaggi. Circa 1800 gli invitati provenienti dalle strutture di accoglienza di Milano e della Lombardia tra centri di ascolto, mense e dormitori. A loro si sono uniti 1200 visitatori di Expo che hanno acquistato a 10 euro il biglietto per partecipare alla Mensa dei Popoli e a questo straordinario momento di condivisione. Un tavola infinita per non dimenticare ‘i volti di chi non mangia in modo degno’, così come aveva auspicato il Papa all’inaugurazione di Expo.

Tra i tanti ospiti, fra Domenico di Opera San Francesco, arrivato con venti poveri amici e dieci volontari. Sui tavoli una preghiera da recitare, se lo si desidera: “O Padre, tu che conosci i bisogni della nostra anima, della nostra forma, della nostra mente, concedi ad ognuna di queste parti ciò che le è necessario. Donaci il pane, donaci la luce, donaci la gioia, perché per il pane, per la luce, per la gioia tu ci hai creato”. E’ un momento speciale, racconta Angelo volontario di OSF: “Davanti a me ho due ragazzi di colore, vengono dall’Africa. Durante la lettura il mio sguardo cade su di loro ed ho la sensazione che siano di un’altra religione, ma sono compiti e, a loro modo, penso apprezzino questo raccoglimento, segno che le religioni non dividono ma possono essere portatrici di fratellanza, solidarietà e condivisione”.

Nei piatti cous cous con piselli e verdure, grana padano, biscottone, mela. Spiega don Roberto Davanzo, che “questa Mensa dei Popoli vuole essere anche una provocazione: queste persone, che abbiamo invitato, in rappresentanza delle migliaia che ogni giorno assistiamo, sono un grande test per Expo. Se fra qualche anno le loro condizioni di vita miglioreranno, vorrà dire che Expo non è stata solo una grande kermesse, ma ha lasciato davvero il segno”. Alla grande tavolata c’era anche Giuseppe Sala, commissario unico di Expo.

Che cosa sia una Mensa dei Popoli lo sanno bene Fabrizio Bonfanti e Francesco Bonacci, i due chef dell'Opera di San Francesco per i Poveri che ogni giorno preparano in media, tra pranzo e cena, 2.800 pasti caldi: ”Da vent’anni facciamo l’Expo tutti i giorni - dice Bonfanti - diamo da mangiare a gente di 140 nazionalità e non ammettiamo sprechi. I primi piatti li cuciniamo espressi; i secondi li prepariamo a seconda del numero di persone che si presentano sull’uscio. Se avanza qualcosa, lo riutilizziamo il giorno dopo”. Appena diplomato all’istituto alberghiero, nel 1994 Bonfanti è arrivato a Opera San Francesco e da allora, ogni sera, cucina per 1400 persone. Un lavoro che non cambierebbe con niente altro al mondo: ”Una volta che entri in Opera non è possibile tornare indietro. Le gioie infinite che regala questo posto non le troverei da nessun'altra parte”.

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Ottobre 2015