menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / 1330 Cappuccini a San Pietro

Febbraio 2016

1330 CAPPUCCINI A SAN PIETRO

Martedì 9 febbraio, piuttosto presto, si poteva assistere a uno spettacolo insolito in piazza San Pietro: l’arrivo da tutto il mondo di 1330 frati cappuccini… i più mattinieri erano lì addirittura alle 5.30! L’occasione era la traslazione delle spoglie di Padre Pio e Padre Leopoldo Mandic, entrambi santi dell’ordine francescano, e la concelebrazione alle 7.30 della Santa Messa con Papa Francesco all’altare della Cattedra.

Il Papa ha tenuto un’omelia sul tema del perdono: “Voi Cappuccini avete questo speciale dono del Signore: perdonare. Siate uomini di perdono, di riconciliazione, di pace… Io vi chiedo: non stancatevi di perdonare! Chi pensa di essere maestro non fa che condannare, e il confessionale si trasforma in ‘bastonata’ invece di essere un abbraccio al penitente, come dovrebbe”. Papa Francesco ha ricordato il dialogo che ebbe con quel fratello al quale era venuto il dubbio di perdonare troppo e il suo modo di esserne consapevole: ”…vado in cappella, davanti al tabernacolo, e dico al Signore: Scusami, Signore, perdonami, credo che oggi ho perdonato troppo. Ma, Signore, sei stato Tu a darmi il cattivo esempio!”. L’invito a prendere come modello i due ministri del perdono di Dio, san Leopoldo e san Pio, è rivolto anche ai missionari della Misericordia ai quali viene affidato il compito di confessare e perdonare in segno della grande compassione divina.

Fra i 1.330 cappuccini arrivati da tutto il mondo c’erano Padre Maurizio, Fra Domenico e Padre Giansandro di OSF che riconoscono l’emozione di quella mattinata straordinaria, per l’altissimo numero dei cappuccini convenuti, la presenza delle teche dei santi, la concelebrazione con il Papa e il passaggio dalla Porta Santa, gesto profondamente simbolico che sottolinea un impegno alla conversione ed è quindi rigenerante. “Come accade proprio nella nostra Opera, continua Padre Maurizio: chi arriva alla nostra porta viene accolto e rigenerato”. L’esempio di accoglienza a 360 gradi di Opera San Francesco tra le mense dei poveri viene ricordato anche dal ministro generale dei cappuccini padre Mauro Jöhri che, prima della benedizione finale, ha voluto ringraziare Papa Francesco per aver esaudito il desiderio dei cappuccini di concelebrare la Santa Messa. Al termine della funzione, è stata offerta una colazione nell’Aula Paolo VI, quindi, al seguito del ministro generale che portava alta la Croce della Misericordia, la processione dei 1330 cappuccini ha varcato la Porta Santa e sfilato davanti alle reliquie di Padre Pio e Padre Leopoldo, esempi incondizionati di accoglienza e perdono.

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Febbraio 2016