menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / L'impegno di OSF per i poveri aumenta

Marzo 2017

L'IMPEGNO DI OSF PER I POVERI AUMENTA

Continuità e discontinuità si affiancano nel confronto tra le due mense: rimangono uguali le modalità di accoglienza, la linea di self service, l’impiego dei volontari; la nuova si differenzia per le dimensioni, più piccola e più familiare, capace di una maggiore attenzione a fragilità personali e familiari e a patologie difficilmente gestibili in una grande mensa. Il denominatore comune di entrambe le mense è innanzitutto la volontà di porsi al servizio di chi è povero.

Servire significa accogliere la persona con attenzione e cura, tendergli la mano senza calcoli, senza timore, nella comprensione e nella gratuità.
È veramente vergognoso speculare sull’accoglienza riducendo il povero a un oggetto per i propri egoistici interessi.
Servire significa impegnarsi per i poveri, stabilire relazioni di vicinanza, legami di solidarietà.
Servire significa ancora accogliere le istanze di giustizia e di speranza, è cercare insieme percorsi di liberazione dall’ingiustizia e dalla povertà.

Papa Francesco nei suoi interventi spesso ci richiama a costruire ponti e non muri. Il muro è segno di chiusura e di egoismo, di indifferenza. Il ponte rimanda invece all’incontro e al dialogo, al significato che ogni creatura è importante e non può essere dimenticata o abbandonata a se stessa.
Molte povertà chiedono la disponibilità a camminare insieme nel rispetto di una dignità che nessuna miseria o indigenza possono spegnere. L’indifferenza o il giudizio affrettato nei confronti dei poveri devono cedere il posto all’accoglienza che sa innanzitutto riconoscere l’altro nella sua fragilità, comprende le cause che l’hanno determinata e si attiva per promuovere un aiuto sempre rispettoso della dignità della persona.

Un appello: siamo certi di avervi al nostro fianco nella sfida che ci attende, la realizzazione della nuova mensa. Qualunque sia l’aiuto che ciascuno può dare, tutti siamo consapevoli che se non ci fosse, qualcosa mancherebbe ai poveri.

padre Maurizio Annoni


 

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter