menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / Lettera di padre Maurizio

Aprile 2017

LETTERA DI PADRE MAURIZIO

Tutti gli enti erano in attesa dei risultati del 5x1000 e puntualmente, passata la Santa Pasqua, sono arrivati.
Ogni ente ha scorso velocemente gli elenchi per vedere il numero di preferenze ottenute e soprattutto l’importo complessivo destinato. Perché ognuno ha già inserito nel budget di spesa il contributo del 5x1000. Ognuno sa bene quanto sia importante e significativo quanto il fondo riesce ad erogare.
Anche in Opera San Francesco abbiamo commentato i dati: 44.117 le preferenze, per complessivi 2.113.119 euro.
Anche se c’è stata una leggera diminuzione rispetto all’anno precedente (- 6,5%), l’importo è pressoché stabile, segnando un - 4,4%.

Ci dispiace non conoscere il nome di quanti hanno dedicato la loro firma per i poveri di OSF, ma ringraziamo tutti ugualmente perché il loro gesto, minimo apparentemente, fa la differenza e diventa per Opera moltiplicatore di carità e di servizio.

In dieci edizioni il 5x1000 ha portato nelle casse degli enti scelti dai contribuenti oltre 4 miliardi di euro. Un tesoretto che vale una fetta importante di risorse che il nostro paese destina al suo sistema di welfare in particolare a ONLUS, ricerca sanitaria e scientifica.
A impressionare, oltre agli importi, è anche la curva delle adesioni all’unica misura di sussidiarietà fiscale introdotta nel nostro paese: infatti i contribuenti che “ci mettono la firma” sono ormai quasi 17 milioni a fronte dei 12,8 milioni che aderirono alla prima edizione. Una crescita costante che lascia ben sperare tenuto conto che i contribuenti sono circa 30 milioni.

Il 5x1000 non è solo un’occasione di raccolta fondi. E’ un’opportunità per mettere a fuoco e rilanciare la propria mission. L’appuntamento annuale con i propri sostenitori, lo sforzo per conquistarne di nuovi ha stimolato tutti a rendere chiari i propri obiettivi e ad usare al meglio la comunicazione per rendicontare ciò che è stato realizzato e i progetti previsti.
Il 5x1000 è l’occasione per farsi conoscere, per avvicinare le persone a mondi che spesso ignorano quanto le associazioni e gli enti fanno negli svariati ambiti.

Per noi di Opera, il 5x1000 rappresenta per il 2017 un sostegno veramente importante.
Infatti a fianco dei costi della mensa previsti a budget per l’anno in corso e che assommano a 1.779.183 euro, stiamo affrontando l’impegnativo lavoro della ristrutturazione della seconda mensa in Piazzale Velasquez a Milano, il cui costo è previsto intorno a 1.200.000 euro.
Il 5x1000, speriamo che sia erogato presto, garantisce non solo il costo dell’ordinario ma anche l’intervento straordinario della nuova mensa.

Anche quest’anno si avvicina il tempo per la dichiarazione dei redditi.
Spesso diciamo che “una firma non ti costa niente e fa tanto bene”. Non è un semplice slogan: è l’opportunità concessa al contribuente di essere solidale, nel nostro caso, con i poveri ai quali è destinato il contributo del 5x1000.
E’ un anello che congiunge due persone: chi firma e che quindi ha una capacità e un’autonomia economica, e chi, dall’altra parte, in modo simbolico riceve e che invece vive ai margini della società.

padre Maurizio Annoni

 

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Aprile 2017