menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / È sempre un freddo inverno per chi è per strada

Novembre 2017

È SEMPRE UN FREDDO INVERNO PER CHI È PER STRADA

Le temperature si stanno abbassando, in tutta Italia. Se per la maggior parte di noi l’avvicendarsi delle stagioni non costituisce un problema, per chi vive in strada e dorme all’aperto l’arrivo dell’inverno è tremendo. Si vedono sempre più persone in difficoltà dormire sotto i portici, sulle panchine, nei portoni. Spesso ci chiediamo cosa poter fare concretamente per chi si trova in una situazione di difficoltà.

Piccoli o grandi gesti, tutto è utile. Per esempio in questi giorni a Bologna è stata lanciata dall’Alliance of Guardian Angels, una associazione assistenziale, un’iniziativa solidale “sciarpe per i senzatetto”. In alcune zona della città verranno lasciate generosamente delle sciarpe per i senzatetto e i per i poveri che sono esposti alle temperature invernali fredde e pericolose. I primi a donare le sciarpe, che andranno lasciate legate agli alberi dei quartieri interessati, sono i Guardian angels, ma tutti potranno partecipare con una donazione. Dopo gli Stati Uniti – dove l’iniziativa è nata grazie al gruppo Chase the Chill, attivo dal 2008 – “sciarpe per i senzatetto” è arrivata anche in Italia. Con la sciarpa, andrà lasciato un biglietto con scritto “Non sono una sciarpa persa! Per favore, prendimi con te se hai freddo. Ti scalderò”.

Un’iniziativa semplice che lancia però un messaggio profondo per un problema che è molto sentito anche nella nostra città. Infatti i senza dimora il prossimo inverno a Milano secondo le stime fornitici direttamente dall’Assessorato alle Politiche sociali, Salute e Diritti, i “barboni” come li si chiamava una volta, saranno circa 3.500. È un numero che oscillerà e rappresenta la popolazione orbitante su Milano che noi di Opera ben conosciamo. Il Comune metterà a disposizione per loro per l’imminente inverno 2780 posti che saranno occupati secondo le necessità. Inoltre fuori dal circuito home less la città conta 6.000 tra richiedenti rifugiati, in attesa di relocation e dublinanti.

Molti di questi arrivano anche in Opera San Francesco, al Servizio Guardaroba dove vengono distribuiti vestiti, scarpe e coperte, ma non solo. D’inverno, per combattere il freddo, qui in via Kramer chi ne ha bisogno può richiedere anche sacchi a pelo, calzamaglie, sciarpe e berretti che possono aiutare a ripararsi meglio.

Ciò che viene dato agli utenti gratuitamente è stato donato dai cittadini che hanno consegnato i vari capi al Centro raccolta di Via Vallazze 113 a Milano. È aperto da lunedì a sabato, dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 17.30 ed è gestito dai nostri volontari che si occupano di accogliere i benefattori che arrivano con le borse piene di indumenti o medicinali da donare, di stoccare tutto il materiale, di stirare, cucire e mettere in ordine ogni capo. Senza di loro tutto il servizio non potrebbe andare avanti.
Poi, a seconda della richiesta del Guardaroba, gli indumenti, le coperte e tutto il resto, vengono portati in via Kramer per essere distribuiti.

Chi desidera quindi aiutare concretamente le persone che vede in difficoltà nelle strade della nostra città, può farlo donando abiti in buono stato, sacchi a pelo e tutto ciò che può essere utile durante questi freddi mesi invernali. L’invito quindi è quello che il freddo pungente di questi giorni spinga molti di voi a recarsi in via Vallazze per portare qualcosa di caldo a chi ne ha bisogno.

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Novembre 2017