menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri

INSIEME A SAN FRANCESCO OGGI - EDIZIONE 2011

I festeggiamenti si sono svolti durante tutto il mese di ottobre. L'edizione 2011 della manifestazione ha avuto come tema la comprensione, l'accoglienza e la condivisione.
 

Comprensione, accoglienza e condivisione

Guarda la locandina

Scarica la locandina con il programma degli eventi (pdf).

 

L'edizione 2011 di "Insieme a San Francesco oggi" è stata, come ormai ogni anno, un appuntamento atteso. Il programma della tradizionale festa del mese di ottobre, dedicata al ricordo di San Francesco, si è aperto con la celebrazione della Messa Solenne. E' questa una occasione che vede riuniti tanti fedeli, benefattori, volontari, amici che si ritrovano insieme per ricordare il Santo di Assisi e ringraziarlo degli insegnamenti di carità e di fratellanza che ci ha lasciato.

Il concerto si è svolto martedì 11 ottobre sempre nella chiesa del Sacro Cuore in viale Piave a Milano, che quest'anno ha ospitato la Symphonic Band del Conservatorio di Musica "Alfredo Casella" di L'Aquila, prestigiosa e storica istituzione nata nel 1967 come sezione distaccata del Conservatorio di Santa Cecilia.
La Symphonic Band, composta da giovani allievi, è stata costituita pochi giorni prima del terremoto che, nell'aprile del 2009, ha distrutto la città ed è divenuta uno dei simboli della rinascita di L'Aquila e testimone della sua eccellenza musicale. La Band è stata invitata a tenere concerti a sostegno della ricostruzione della città in numerose città italiane. Il concerto è stato organizzato in collaborazione con l'Associazione "L'Aquila Siamo Noi" il cui obiettivo è la ricostruzione della vita sociale e il recupero della nobile identità storica della città. L'orchestra è stata diretta dal Maestro Rinaldo Muratori.

Sabato 9 ottobre alle ore 16 si è inaugurata la mostra fotografica "Naufragi. Itinerario tra disagio e speranza" che è rimasta aperta al pubblico fino a domenica 24 ottobre.
L'edizione 2010 della tradizionale mostra, allestita come d'abitudine nel chiostro del convento, ha avuto contenuti un po' diversi da quelli abitualmente legati alla storia di OSF.
Ideata con la collaborazione dell'Agenzia Contrasto, si è avvalsa delle immagini colte dall'obiettivo di Francesco Cocco, uno dei fotografi più sensibili alle tematiche sociali, ha presentato i volti della povertà di oggi e ha raccontato la precarietà che sempre più segna la vita di tanti con un taglio diverso da quello usato dai giornali, sovente sospeso tra pietismo e allarmismo. Ha saputo mostrare con forza e senza tante sfumature i momenti privati degli invisibili che vivono staccati dalla società, che non si mostrano, molto spesso, per pudore.
Un diario intimo, tra momenti rubati, sottratti, concessi. Complici persone di culture, nazionalità, colore ed estrazione sociale diversi, il cui unico comune denominatore si chiama "disagio".

Nei giorni di giovedì 20 e giovedì 27 ottobre, presso l'Auditorium di via Kramer a Milano, sono poi stati proiettati e discussi, con i noti critici cinematografici Luisa e Morando Morandini, due interessanti film: Uno per tutti (2011) di Romain Goupil con Valeria Bruni Tedeschi e L'ospite inatteso (2007) con Richard Jenkis e Hiam Abbass. Entrambi i film propongono, in toni di profonda sensibilità, temi sulla comprensione, l'accoglienza e la condivisione.

RASSEGNA STAMPA