La povertà in Italia e il nostro impegno per combatterla

Povertà a Milano Mensa dei poveri

La povertà in Italia è ancora diffusa. Parliamo di una povertà sia assoluta che relativa, di persone quindi che non dispongono di risorse essenziali e primarie come cibo, acqua, casa, vestiti, medicine, ma anche di chi, pur non essendo in una condizione di povertà assoluta, non riesce comunque ad avere una vita dignitosa e a usufruire di tutte le possibilità e i servizi disponibili per la comunità.

DONA ORA!

Aiuta i poveri che si rivolgono a Opera San Francesco

Fila alla Mensa dei Poveri

OSF Opera San Francesco, la Mensa dei poveri e la fila per accedervi.

I SERVIZI DI OSF CONTRO LA POVERTÀ ASSOLUTA

OSF aiuta uomini e donne che rientrano in entrambe queste “categorie”. Con i suoi servizi di Mensa per i poveri, Docce e Guardaroba (con abiti e scarpe)infatti, dà accoglienza a chi si trova in condizione di estremo disagio. Parliamo quindi di persone che vivono per la strada – i così detti senza-dimora, di immigrati o migranti, ma anche di italiani, spesso anziani pensionati o giovani disoccupati che non riescono nemmeno ad avere un pasto caldo ogni giorno o a farsi una doccia.Quasi una forma di prima accoglienza, fondamentale.

Secondo i dati Istatnel 2018, si stima siano oltre 1,8 milioni le famiglie in condizioni di povertà assoluta, con un’incidenza pari al 7,0%, per un numero complessivo di 5 milioni di individui (8,4% del totale). Analizzando con più precisione la situazione nel nostro paese, risulta che l’incidenza delle famiglie in povertà assoluta si conferma notevolmente superiore nel Mezzogiorno (9,6% nel Sud e 10,8% nelle Isole) rispetto alle altre ripartizioni (6,1% nel Nord-Ovest e 5,3% nel Nord-est e del Centro). La povertà, inoltre, aumenta nelle famiglie con un maggior numero di componenti: specie in presenza di figli conviventi, soprattutto se minori, passa dal 9,7% delle famiglie con un figlio minore al 19,7% di quelle con 3 o più figli minori.

OSF aiuta anche le famiglie in difficoltà

Una famiglia alla Mensa di Corso Concordia a Milano

LA POVERTÀ RELATIVA: COSA PUÒ FARE OPERA SAN FRANCESCO

Anche se non superano la soglia di povertà, sono numerose le persone che si trovano invece in quella definita povertà relativa. Necessitano di appoggiarsi alle istituzioni o a realtà del terzo settore come Opera San Francesco per soddisfare bisogni di secondo e terzo livello. Questa fetta di popolazione ha bisogno di supporto per riuscire ad avere una casa o deve essere seguito per raggiungere un’inclusione sociale e lavorativa.

Sempre secondo l’Istat – l’Istituto nazionale di statistica – le famiglie in condizioni di povertà relativa nel 2018 sono stimate pari a poco più di 3 milioni (11,8%), per un totale di individui di quasi 9 milioni (15,0%). Rispetto al 2017, il fenomeno si aggrava nel Nord (da 5,9% al 6,6%), in particolare nel Nord-est. Il Mezzogiorno, invece, presenta una dinamica opposta (24,7% nel 2017, 22,1% nel 2018), con una riduzione
dell’incidenza sia nel Sud (da 24,1% a 22,3%) sia nelle Isole (da 25,9% a 21,6%).

AIUTO AI POVERI GARANTENDO CASA E LAVORO

Per questo tipo di necessità OSF ha sviluppato ormai da molti anni un’Area Sociale che al suo interno offre, per chi sta cercando un’occupazione, un Servizio Orientamento Lavorativo e uno Sportello Lavoro che hanno come intento quello di indirizzare e formare gli utenti affinché abbiano i necessari strumenti per presentarsi nel mondo del lavoro. Successivamente, grazie allo Sportello, crea contatti tra le aziende e le famiglie in cerca di personale, e gli aspiranti lavoratori.

All’interno del Servizio Sociale e del Servizio Pedagogico si lavora per assegnare uno degli appartamenti a disposizione di OSF a nuclei famigliari o a persone in condizione di grave disagio. L’assegnazione avviene grazie a un lavoro di rete con il Comune di Milano e con altri comuni dell’hinterland – che segnala i casi più urgenti. Chi occuperà poi queste abitazioni per il tempo stabilito, è costantemente seguito dagli educatori di Opera affinché porti avanti il suo progetto di riconquista dell’autonomia.

Un appartamento di OSF assegnato a una famiglia in povertà

Un appartamento di OSF assegnato a una famiglia in povertà

COME AIUTARE I POVERI

Sostenere Opera San Francesco significa dare concretamente aiuto ai poveri: che le persone che si rivolgano a OSF siano italiani o stranieri, in povertà assoluta o relativa, i volontari di Opera – quasi 1000 – all’interno dei servizi garantiscono ciò di cui queste persone in difficoltà hanno bisogno. Anche tu puoi aiutare i poveri, ecco come:

  • con 300 EURO puoi donare un pranzo e una cena per un mese a 1 persona nella Mensa di Opera San Francesco 
  • con 20 EURO puoi donare 4 docce con un cambio di biancheria intima nuova per un mese a 1 persona al Servizio Docce e Guardaroba 
  • con 90 EURO puoi donare un paio di sandali estivi a 3 persone al Servizio Guardaroba di OSF

DONA ORA!

Aiuta i poveri che si rivolgono a Opera San Francesco

* Indagine ISTAT: https://www.istat.it/it/files/2019/06/La-povert%C3%A0-in-Italia-2018.pdf