Da un sogno di Fra Marcello Longhi, condiviso con gli amici Mauro Arpino e Micol Ivanic un dialogo sul mondo per far stupire, suscitare meraviglia e lodare Dio per l’immensità del Creato e in particolare per la bellezza del cielo con gli oggetti celesti più remoti.