menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / Lettera di padre Maurizio

Luglio 2011

LETTERA DI PADRE MAURIZIO

Caro Amico, cara Amica,
siamo ormai nel pieno dell'estate e il pensiero di molti va a un giusto e doveroso tempo di riposo. L'estate è un tempo propizio per avere momenti di pausa ristoratrice, è un tempo nel quale aumentano le possibilità di scelta nell'organizzare e vivere le proprie giornate e più numerose si fanno le occasioni per un rapporto disteso con il creato, con gli amici, con Dio e anche con se stessi. È una stagione nella quale l'espandersi del turismo culturale facilita la scoperta di altri popoli, culture e civiltà e allarga i confini dello spirito favorendo il rispetto per ogni uomo e la tolleranza verso sensibilità e valori differenti dai nostri. È anche uno spazio per forme di turismo religioso o per vere e proprie esperienze di spiritualità, che rispondono a un profondo bisogno del cuore e che aiutano ad aprire l'anima a quell'incontro con Dio, nel quale essa trova vero riposo e gioia piena.

È proprio questa parola "incontro" che può aiutarci a vivere meglio questo tempo di riposo.
Lontani dai ritmi frenetici della quotidianità possiamo incontrare e valorizzare la realtà familiare che ci sta a cuore, possiamo incontrare mondi nuovi e altre culture con quello spirito di figli di Dio che sanno beneficiare della ricchezza che il Padre semina lungo i sentieri della storia. Incontriamo (e ne godiamo!) la bellezza del creato. Incontriamo noi stessi ripensando alla nostra vita, apprezzando i doni del Signore, correggendo errori o colmando mancanze.

E poi l'incontro, con la povertà e la solitudine delle persone. Non sono rare oggi esperienze di volontariato, di condivisione e di aiuto con realtà che operano nel campo socio-assistenziale sia in Italia che all'estero. Molte persone donano il loro tempo di ferie e la loro professionalità per mettersi al servizio dei poveri e per aiutare chi già li sostiene ogni giorno.

È una traduzione concreta della parola evangelica "Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date". Nella disponibilità a donare il proprio tempo per gli altri, c'è la gioia di donarsi per affermare la bontà e la verità delle relazioni fraterne nelle quali ci riconosciamo come figli dello stesso Padre.

Anche in Opera San Francesco vogliamo che la parola "incontro" scandisca la quotidianità di questo tempo estivo, nel quale si acuisce nei nostri poveri il senso di solitudine e di isolamento.

La città vuota, il caldo, la chiusura di centri che provvedono alle loro necessità e altri disagi legati al tempo di ferie accentuano una situazione di emarginazione ed è quindi necessario in questo periodo stare loro vicini e ascoltare la loro voce.

Devo dire grazie ai molti volontari che, nel tempo estivo, ci consentono di rafforzare ogni giorno questa dimensione dell'incontro con i poveri, perché questi non si sentano esclusi e abbandonati.

La solidarietà è "Una mano all'uomo. Tutti i giorni". Veramente tutti i giorni!
Buona estate a tutti.

 

      padre Maurizio Annoni

 

Notizia presente
nella newsletter
Luglio 2011