menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / La riconoscenza ai volontari, colonne di OSF

Maggio 2012

LA RICONOSCENZA AI VOLONTARI, COLONNE DI OSF

Nel 2011 in occasione dell'Anno Europeo del Volontariato, OSF ha promosso iniziative tese a valorizzare una delle "colonne" principali delle sue attività: i volontari.

In particolare OSF ha organizzato due importanti eventi: a settembre un Pellegrinaggio di 3 giorni ad Assisi, offerto ai volontari per far conoscere i luoghi dove ha vissuto San Francesco e per incontrare il suo messaggio d'amore e di pace. Hanno partecipato 147 volontari che hanno visitato La Verna, Assisi e Gubbio. Per tutti è stato un momento di serenità, amicizia, conoscenza reciproca, condivisione e crescita.

Il secondo evento è stato il convegno del 24 novembre "Ogni uomo ha bisogno dell'altro".
OSF si è riunita presso la Sala conferenze di Palazzo Reale a Milano, per riflettere sulle modalità di risposta del volontariato ai molteplici bisogni umani e sociali portando all'attenzione del pubblico l'importanza di saper accogliere, aiutare e ascoltare chi ha bisogno. Ogni uomo può ritrovare la propria dignità e la capacità di uscire dall'emarginazione e dalla solitudine attraverso gesti concreti di gratuità e di solidarietà.

Attraverso questi due eventi e con altre iniziative OSF ha inteso esprimere riconoscenza alle tante persone che hanno contribuito e tuttora contribuiscono a rendere possibile una risposta quotidiana e qualitativamente alta ai bisogni dei poveri.

Il volontariato è sempre più uno dei pilastri di OSF, fondamentale per le sua attività, al pari dei benefattori. I volontari partecipano alla vita di tutti i servizi: in mensa, alle docce, al guardaroba, al centro di raccolta, in ambulatorio, all'area sociale, presso la segreteria e ai servizi di sostegno quali il trasporto merci e i collegamenti tra i vari centri. Senza dimenticare il contributo determinante offerto in occasione di tutti gli eventi di promozione rivolti alla cittadinanza, in particolare l'iniziativa de Il Pane di OSF nel mese di maggio.

Dalla Carta dei Valori del volontariato si evidenziano due voci condivise da OSF: gratuità e "farsi carico". La gratuità è presupposto dell'agire del volontario che si arricchisce attraverso il gesto del dono e non segue le logiche di mercato del dare/avere. La seconda voce è "farsi carico". Per i volontari di OSF si traduce concretamente nel promuovere la dignità umana di tante persone, offrendo ad ogni individuo un'opportunità di riscatto a partire dal riconoscimento dei diritti fondamentali di ogni uomo: potersi nutrire, lavare e curare.

Ogni anno vengono donate a OSF oltre 65.000 ore di volontariato. Un contributo determinante, costante e una "fedeltà" significativa dei volontari, per metà presenti da più di 5 anni.

In continuità con l'anno precedente si evidenzia un nuovo incremento del totale dei volontari, sono 595 calcolati al 31/12, con un incremento del 3,6%.
Nel 2011 i volontari complessivamente inseriti sono stati 155.
Il 68% del totale dei volontari ha più di 50 anni, dato in crescita rispetto al 2010, il 64% attualmente ha un'occupazione, mentre i pensionati sono il 28%.

 

Notizia presente
nella newsletter
Maggio 2012