menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / Sempre più italiani alla porta di OSF

Gennaio 2015

SEMPRE PIÙ ITALIANI ALLA PORTA DI OSF

Una media di 2.779 pasti, tra pranzo e cena, con punte di oltre tremila: questo è quello che succede quotidianamente alla mensa di OSF dal primo gennaio al 31 dicembre. I dati 2014 parlano chiaro: nessuna flessione, anzi un aumento rispetto ai dati 2013; in totale, sono stati serviti 11.290 pasti in più rispetto all’anno precedente, per un totale di 869.516 coperti. Anche alle docce l’affluenza è stata maggiore: sono stati registrati nel 2014 complessivamente 37.359 ingressi tra docce uomini (35.056), docce donne (2.157) e docce minori (146), con un lieve incremento rispetto all’anno precedente. Stabili invece i servizi al guardaroba, che rimangono attestati su una media giornaliera di 55 richieste, per un totale, nel 2014, di 12.597 cambi d’abito.

Per accedere ai servizi di Opera San Francesco, ogni utente riceve una tessera che viene rinnovata dopo un breve colloquio: un modo efficace per avere riscontro diretto sulle esigenze degli utenti e anche per verificare l’utilizzo effettivo e le necessità. Osservando i primi dati del 2014 un numero che fa riflettere è quello delle 29.938 tessere rinnovate, mentre in proporzione sono diminuite le nuove richieste (7.200 contro le 8.010 del 2013). E’ un altro chiaro messaggio da parte di una larga fetta di popolazione che per sopravvivere conta sempre di più ed esclusivamente sui servizi di Opera San Francesco.

Anche se viene registrata una lieve flessione del numero complessivo degli utenti nel 2014 (26.775 contro i 27.208 del 2013) unità in meno rispetto al 2013), il dato non tiene conto dell'elevato numero di profughi eritrei e siriani che nei mesi da maggio a ottobre hanno usufruito soprattutto della mensa.
Infatti queste persone, in quanto rifugiati politici, hanno chiesto di non essere registrati e quindi il loro nome non compare negli elenchi.

Analizzando più da vicino il dato, si riscontra che gli uomini sono il 74% (19.848) e la fascia di  più rappresentata, per oltre il 25%, è quella dei 35-44 anni mentre nel 2013 la fascia più affollata era compresa tra i 25 e i 34: segno che l’età media si sta innalzando anche tra gli utenti di Opera San Francesco. Anche i numeri al poliambulatorio sono altissimi: 167 visite mediche al giorno per un totale di 40.188, di cui 9.342 medicina di base e 30.846 medicina specialistica, queste pari a circa il 5% in più rispetto all’anno precedente. Sempre molto richieste odontoiatria (5.573), cardiologia (1.121), psicoterapia (1.569), ginecologia (1.009).
Anche se sono 134 le nazionalità ben rappresentate dagli utenti di Opera San Francesco, il 2014 è da considerare l’anno della svolta: gli utenti italiani (3.449, cioè il 13%), hanno superato numericamente quelli di altre nazionalità da sempre molto presenti, cioè i rumeni (12%), gli egiziani (10%), i marocchini (8%), i peruviani (7%), i cui dati percentuali rimangono più o meno stabili rispetto al 2013.

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Gennaio 2015