Due grandi aziende a fianco di OSF concretamente

Zurich ed E.ON, realtà molto diverse tra loro per l’ambito in cui operano, hanno però qualcosa in comune: sono entrambe sostenitrici di OSF e l’hanno supportata attraverso diverse iniziative che hanno avuto come beneficiari finali i poveri che quotidianamente si rivolgono a Opera San Francesco.

Zurich, multinazionale assicurativa che offre prodotti assicurativi per la casa, la salute, oltre che assicurazioni vita e investimenti favorisce da tempo ogni attività per avvicinare i propri dipendenti alle realtà no profit. “All’interno dell’azienda organizzavamo infatti, prima del covid, banchetti affinché le varie ong si presentassero – ci racconta il dottor Marco Zuccarini, Head of Zurich Academy & HR Development e referente per le attività CSR – e in uno di questi momenti siamo entrati in contatto con OSF. A seguito di questa esperienza chiedemmo di essere ospitati una volta al mese nella vostra mensa – un venerdì al mese con 3 o 4 nostri dipendenti. I feedback sono stati davvero positivi e da quel momento alcune persone hanno esteso il loro rapporto con OSF diventando volontari a tutti gli effetti. Con la crisi dovuta alla pandemia abbiamo voluto fare di più.

Specie a Natale, abbiamo selezionato delle associazioni da sostenere, tra cui OSF: ogni dipendente ha potuto sostenere la propria associazione selezionando autonomamente sul portale HR la quota da trattenere in busta paga. Oltre al versamento in denaro abbiamo dato anche la possibilità di donare il proprio ticket restaurant. Il ticket ha per noi anche un forte valore simbolico: è il cibo che offrite ogni giorno agli ospiti. Per ogni euro donato, ne è stato donato un altro dalla Z Zurich Foundation.

E.ON invece – tra i più grandi operatori energetici al mondo a capitale privato, che in Italia è uno dei principali operatori, impegnato nella vendita di energia e soluzioni innovative ed efficienti – per tutto il 2021 farà fronte a ogni spesa domestica relativa a un’abitazione assegnata già da qualche tempo – nell’ambito del Progetto Housing Sociale di Opera San Francesco – a una famiglia composta da madre originaria delle Filippine e due figli di 10 e 7 anni. Il dottor Marcello Donini, CSR Manager di E.ON Italia, ci spiega come è nato il loro supporto a OSF: “Già da qualche anno E.ON ha sostituito i regali di Natale con delle donazioni a realtà del terzo settore, chiaramente avvisando i clienti per renderli partecipi di ciò che veniva fatto anche grazie a loro. Abbiamo sentito però l’esigenza di un passo in più, di un maggior coinvolgimento, anche personale.

Sono state perciò scelte 4 realtà dopo una attenta consultazione interna con una ratio precisa: ogni progetto supportato è stato voluto e sottoposto anche ai dipendenti e si dirige in ambiti specifici quali inclusione e diversità, educazione, salute e cura della persona in cui OSF è coinvolta con il progetto Housing Sociale. Lo scopo è accompagnare queste persone all’autonomia. Soprattutto ora con il paese travolto dalla crisi, ci piace dare aiuto concreto a chi segue famiglie e persone che hanno bisogno di sostegno. Per E.ON è davvero importante supportare realtà serie che hanno dimostrato affidabilità e professionalità. Anche noi vogliamo crescere grazie a questi progetti: ci piacerebbe infatti che i nostri dipendenti facessero un’esperienza all’interno dei servizi di Opera San Francesco. La sostenibilità è anche questo: la condivisione di queste operazioni. Per questo seguiremo con costanza la famiglia che ha usufruito del nostro aiuto”.

OSF è fiera di avere al suo fianco realtà così prestigiose che dimostrano di mettere in campo la propria professionalità ed esperienza anche a favore di chi è meno fortunato.