I servizi di Opera San Francesco durante l’emergenza coronavirus

poliambulatorio coronavirus

L’intero paese è costretto a modificare le più banali abitudini per contrastare fermamente il covid-19. Anche Opera San Francesco ha intrapreso tutte le azioni necessarie atte a preservare la salute dei sui ospiti, dei volontari e degli operatori che lavorano quotidianamente nei servizi.

Così dal 24 febbraio ogni servizio si è adeguato – con misure più o meno drastiche – tentando comunque di continuare a costituire un punto di riferimento per chi in questo momento, oltre a combattere contro un nemico invisibile, si trova in una situazione di povertà e solitudine. Di seguito vi informiamo sulla situazione attuale in Opera San Francesco, specificando che è in continuo aggiornamento, sia per le decisioni che vengono prese dalle autorità, sia per questioni organizzative interne a OSF.

Mense
Dall’inizio dell’emergenza entrambe le Mense hanno distribuito sacchetti che vengono consumati altrove. Ora a offrire questo servizio è solo la Mensa storica di corso Concordia. I volontari che si occupano di questa distribuzione sono muniti di guanti e mascherine per la sicurezza di tutti. Non è più possibile infatti tenere aperte le strutture e mangiare seduti ai tavoli. Ci sarebbe troppo assembramento, pericoloso per il diffondersi del virus: ricordiamo infatti che OSF serve circa 2400 pasti al giorno. La chiusura rimane la stessa: domenica.

Poliambulatorio
È il servizio più delicato in questo periodo ma non ha mai cessato il suo operato. Da subito sono state messe in atto tutte le procedure necessarie per garantire la salute di tutti. Ogni paziente in entrata per esempio è sottoposto alla misurazione della temperatura. Quello in via Antonello da Messina è un presidio importante per tutti coloro che non hanno accesso al Servizio Sanitario Nazionale e proprio per questo OSF insieme ai suoi medici volontari, infermieri e oss si è impegnata perché rimanesse aperto. Durante l’emergenza Covid-19, OSF ha anche organizzato un’assistenza infermieristica domiciliare. In cosa consiste?
Le infermiere Alma e Suor Simona raggiungono i pazienti più fragili e vulnerabili di OSF dove si trovano: baracche, conteiner, dormitori, posti letto ecc… Controllano i parametri vitali, consegnano le terapie per patologie croniche e, se necessario, contattano telefonicamente un medico volontario del Poliambulatorio.

Servizio Docce e Guardaroba
Il Servizio Docce è attivo con procedure di sicurezza per i nostri ospiti e per i volontari per garantire il diritto a una doccia calda e all’igiene personale, quanto mai importante in questi giorni.

Il Servizio Guardaroba è stato al momento sospeso. Speriamo quanto prima di riaprire a pieno regime questo servizio.

Centro Raccolta
Dal 10 marzo è chiuso al pubblico. OSF spera di riaprirlo quanto prima, seguendo le indicazioni delle autorità.

Area Sociale
Il Servizio Accoglienza è aperto per garantire a chiunque la possibilità di fare la tessera e quindi di accedere alle mense e alle docce. Gli altri servizi sono aperti riducendo al minimo gli incontri.

L’impegno di OSF è massimo per dare continuità e stabilità al suo aiuto, nonostante l’emergenza in atto.