La salute degli immigrati

Convegno ambulatorio osf immigrati

Dalla sua inaugurazione, il Poliambulatorio di OSF si occupa di tutte le persone che non possono accedere all’assistenza sanitaria nazionale, cioè per la maggior parte di immigrati. Una realtà che quindi OSF conosce molto bene perché sono 148 le visite mediche che giornalmente garantisce e più di 34.000 le prestazioni ambulatoriali effettuate lo scorso anno. Rese possibili grazie a quasi 200 medici volontari che quotidianamente offrono la loro professionalità ai pazienti che chiedono di essere aiutati e curati.

Lo scopo di questo convegno è quello di indagare il bisogno di questi cittadini e di verificare quali siano le misure e le azioni portate avanti da associazioni e altre realtà per venire incontro a chi è malato e ha bisogno di cure e medicinali.

L’intervento della responsabile suor Annamaria Villa illustrerà l’esperienza di OSF con particolare attenzione all’aspetto neuropsicologico e si confronterà con gli altri relatori sul tema “Salute e benessere psico-sociale negli immigrati in Italia. Stato dell’arte e politiche d’intervento”.

Questo momento di confronto esplicita per prima cosa il riconoscimento del bisogno di salute dell’immigrato, proprio come qualsiasi altro cittadino, e forse ancor più degli altri che hanno a disposizione più mezzi e strutture per la prevenzione e la cura. Si passerà poi ad analizzare la capacità delle diverse strutture di intervenire per la cura e la salute degli immigrati più fragili, per i quali diventa indispensabile il sistema sociale.

Il Convegno si propone inoltre di illustrare i risultati relativi al Progetto dell’Università Cattolica “Salute e benessere psico-sociale negli immigrati in Italia” e di presentare un nuovo approccio di valutazione multidimensionale del fenomeno, finalizzato a migliorare le politiche di intervento e il benessere degli immigrati, nonché a favorire lo sviluppo di nuove linee guida a livello internazionale.

La partecipazione al convegno è libera e gratuita ma prevede un numero limitato di posti. È necessario pertanto inviare una email di iscrizione all’indirizzo daniela.defilippis@unicatt.it entro il 12 Novembre 2018, in cui specificare: Nome, Cognome, Qualifica, Ente di appartenenza, Numero telefonico, Email.