menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / Il sostegno della rete

Febbraio 2013

IL SOSTEGNO DELLA RETE

Nella Carta dei valori della Federazione Italiana degli Organismi per le Persone Senza Dimora (fio.PSD) si dice che: “fio.PSD promuove il lavoro di rete locale, regionale, nazionale e internazionale come principale modalità politica, culturale ed operativa per sostenere le persone senza dimora, sviluppare politiche e modalità di intervento efficaci contro la grave marginalità, costruire coesione sociale, favorire la crescita di modelli di sviluppo solidali e sostenibili nei quali la persona in stato di grave emarginazione è valorizzata come risorsa per l’intera società”. Opera San Francesco riconoscendosi in tale assunto della fio.PSD ha sviluppato nel tempo molte collaborazioni continuative od occasionali favorendo un lavoro di rete soprattutto locale per migliorare la qualità del servizio nei confronti del povero.

Diversi servizi di OSF sono impegnati in costruttivi rapporti con l’ente pubblico e con il privato. Certamente mensa, ambulatorio e area sociale sono i più attivi, in quanto sono i servizi che maggiormente hanno bisogno di confrontarsi e dialogare con realtà esterne a Opera.

La collaborazione con il Comune di Milano vede all’attivo l’utilizzo di tre alloggi sequestrati alla criminalità organizzata utilizzati per l’ospitalità su progetto di persone in stato di grave emarginazione. Nei mesi estivi OSF partecipa al Pronto Intervento Estivo, iniziativa a favore degli anziani che restano soli in città. I pasti vengono distribuiti nelle case dai volontari di OSF.
Con il Comune è sottoscritta anche una convenzione per la gestione delle aree verdi antistanti Opera: è un’occasione per migliorare la qualità urbana in un punto di forte concentrazione di persone.

Ma è il poliambulatorio a proporre il maggior numero di collaborazioni. Un lungo e proficuo dialogo con la Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia ha permesso di siglare una convenzione con ASL e potendo così utilizzare il ricettario regionale facilitando il lavoro dei medici volontari. La convenzione permette di tutelare la salute di quanti non sono assistiti dal SSN sia nell’ambito della cura che della prevenzione soprattutto in tema di malattie infettive.

Anche con l’Ospedale Maggiore Policlinico è stata sottoscritta una convenzione che offre ad OSF la possibilità di svolgere esami di laboratorio dei campioni ematici raccolti in ambulatorio. Tale accordo consente di seguire in modo più approfondito i pazienti dell’ambulatorio.

La farmacia è convenzionata con il Banco Farmaceutico Onlus che mette a disposizione di Opera un quantitativo “industriale” di farmaci. Non possiamo anche dimenticare le donazioni da aziende e farmacie che permettono un’adeguata distribuzione di farmaci a utenti esterni ed interni.

Proseguono anche le collaborazioni tramite convenzione con l’Azienda Ospedaliera Luigi Sacco per progetti di prevenzione e con l’Istituto Stomatologico Italiano per il servizio di odontoiatria.

Nell’area sociale risulta pienamente attiva e coinvolgente la collaborazione con il Consorzio no profit Idea Agenzia per il lavoro. Il rapporto iniziato nel 2009 ha profondamente trasformato uno dei servizi di OSF, dando grande spinta per una crescita qualitativa e uno sviluppo professionale sia del servizio che del personale coinvolto, grazie anche alle numerose consulenze e occasioni formative offerte.

“Last but not least”: la partecipazione di OSF alle iniziative di Fio.PSD ha portato a realizzare circa 330 interviste in mensa, finalizzate al censimento dei senza dimora pubblicato nel mese di ottobre 2012.

Restano valide e operative convenzioni e collaborazioni con altri enti sia pubblici che privati, alcuni dei quali presenti solo nel territorio milanese.
Non possiamo poi dimenticare la vicinanza ad aziende e società appartenenti al mondo profit, che hanno sostenuto l’attività di OSF e che, speriamo, in futuro possano ulteriormente consolidarsi.
Insieme per affermare “Una mano all’uomo. Tutti i giorni”.

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Febbraio 2013