menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / La perfezione di aiutare gli altri

Settembre 2014

LA PERFEZIONE DI AIUTARE GLI ALTRI

"È l’unica perfezione che esista, la perfezione di aiutare gli altri. È l’unica cosa che possiamo fare che abbia un valore o un significato duraturo. È per questo che siamo qui. Per farci sentire sicuri a vicenda" (Andre Agassi, Open, 2011). Poche settimane prima della mia esperienza alla mensa di OSF fui folgorato nell’incontrare queste illuminanti parole, non nella Bibbia o in qualche altro testo sacro, ma nella biografia di un miliardario tennista americano, che dopo essersi ritirato, ha deciso di dedicare tempo e soldi in attività di volontariato.

A seguito della mia esperienza con OSF posso confermare che quelle parole furono davvero profetiche. Le intense emozioni che si provano nel servire gli altri alla mensa sono uniche, profondissime, in grado di donare un senso di completezza che poche altre esperienze nella vita di un uomo riescono a offrire. Uscito dalla mensa, alla fine del turno, mi sono sentito svuotato e riempito al tempo stesso… svuotato delle futilità che normalmente aleggiano nella nostra mente e primeggiano nella nostra vita… e riempito di emozioni nuove, genuine, semplici, umane.

E’ il dare senza richiedere nulla in cambio, il servire per il solo fine di far sentire meglio l’altro, la totale mancanza di un tornaconto personale: sono gli insegnamenti più grandi che l’esperienza in OSF mi ha regalato. Negli ultimi anni della mia vita ho dedicato molto del mio tempo allo studio dell’ego e dei disastrosi effetti che tale 'entità’ ha portato nella vita dell’uomo - soprattutto quello moderno - e senza alcun dubbio mi sento di dire che servire alla mensa di OSF è tra gli antidoti migliori a nostra disposizione per diventare meno ‘ego’-centrici e più ‘esseri’- umani.

Nicolò

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Settembre 2014