menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / 3Mila grazie a 3M Italia

Novembre 2014

3MILA GRAZIE A 3M ITALIA

Si è concluso il mese scorso l’ultimo turno di volontariato aziendale effettuato in mensa dai dipendenti dell’azienda 3M, la multinazionale statunitense presente in 197 paesi in tutto il mondo e in Italia da oltre cinquant’anni, leader globale dell'innovazione in molti settori di mercato tra cui salute, industria, sicurezza, consumo, elettronica, energia e grafica. Una sensibilità particolare ha portato la multinazionale a consociarsi con Do.Something.org - oltre tre milioni di giovani coinvolti nell’impegno sociale - e a fissare il Global Volunteer Day, lasciando alle diverse consociate la libertà di tradurre questa premura in iniziative individuali.

Già dall’inizio dell’anno l’azienda milanese aveva espresso l’interesse di sensibilizzare i propri dipendenti nei confronti di Opera San Francesco, sia attraverso la proposta di volontariato aziendale sia con la raccolta di prodotti e beni essenziali.
Un’attenta opera di sensibilizzazione in azienda ha sollecitato la generosa risposta dei dipendenti, portando felicemente a termine diversi interventi. Inizialmente è stato organizzato in 3M un evento di presentazione di Opera San Francesco con la presenza di Padre Vittorio e di alcuni volontari, che hanno spiegato tutte le aree di intervento di OSF all’interno della povertà di Milano, con dati e numeri delle richieste cui quotidianamente si fa fronte.
Diciotto dipendenti 3M hanno dato la loro disponibilità per ore di volontariato; una prova molto positiva, che è stata semplicemente commentata così: "ci è stata data l'opportunità di vivere un'esperienza importante, di quelle che rimangono". E poi gli interventi ‘di peso’: sono state raccolte 5 tonnellate di indumenti grazie al punto raccolta felicemente collocato all'interno del parcheggio aziendale, dove i dipendenti 3M hanno potuto senza fatica consegnare capi di vestiario che desideravano offrire a OSF. Ancora, 200 paia di scarpe da ginnastica, destinate al guardaroba di OSF, sono state acquistate con i fondi raccolti in occasione di una cena organizzata dal CRAL aziendale e per finire si è aggiunta la donazione di 1.000 kg di pasta per la mensa dei poveri. Un primo esperimento, riuscitissimo, che ha gettato le basi per un percorso da effettuare insieme nel segno della solidarietà.

Condividi su: Condividi con Facebook Condividi con Twitter

 

Notizia presente
nella newsletter
Novembre 2014