Volontario all’Opera per un giorno

Eventi e Iniziative

Continua l’iniziativa “Volontario all’Opera per un giorno” che vede volti noti di tutti gli ambiti impegnarsi concretamente all’interno dei servizi di Opera San Francesco che quest’anno celebra i suoi 60 anni di impegno a favore dei poveri. A servire i pasti alla Mensa storica di corso Concordia questa volta è l’architetto Stefano Boeri che ha con entusiasmo sposato il progetto. “Mi ha colpito moltissimo il rapporto tra la precisione e il calore umano dei volontari, una combinazione molto difficile. Opera San Francesco ha un modo totalmente aperto di accogliere chi si avvicina, qui si instaura un rapporto di fiducia che garantisce lo scambio. OSF è una scuola per imparare che la generosità regala ricchezza” ha detto l’architetto dopo aver visitato tutti gli spazi e i servizi in via Kramer accompagnato dal Presidente di OSF fra Marcello Longhi.

L’attrice Sonia Bergamasco è la nuova “Volontaria all’Opera per un giorno”: Sonia ha visitato il Poliambulatorio di via Antonello da Messina, l’attiguo Servizio Accoglienza e poi ha svolto un turno di volontariato presso la Mensa di piazzale Velasquez. Dopo questa esperienza, durante la quale è stata guidata da padre Vittorio, l’attrice ha dichiarato: “Il Poliambulatorio è un luogo incredibile, con una possibilità di accoglienza, aiuto e specializzazione davvero sorprendente. Amo molto lo stile con cui viene pensato e offerto questo supporto: è un abbraccio. Le persone non si sentono compatite ma semplicemente aiutate concretamente con un servizio di prima qualità. Qui l’ho visto chiaramente. Opera San Francesco è una casa”.

Una delegazione intera alla Mensa di Opera San Francesco partecipa a “Volontario all’Opera per un giorno”: si tratta dell’A.C. Milan che con il suo amministratore delegato e direttore generale Ivan Gazidis, l’ambassador nonché ex calciatore Franco Baresi e il responsabile comunicazione, Fabio Guadagnini, ha servito il pranzo agli ospiti di OSF. Al termine della mattinata, durante la quale i tre milanisti hanno visitato anche il Servizio Docce e Guardaroba, Franco Baresi ha dichiarato: “Per me OSF è stata veramente una sorpresa e credo che Milano debba essere orgogliosa di ciò che fa per la città, per chi ha bisogno. Ogni comunità avrebbe bisogno di una realtà simile, di questo livello”.

 

Isabella Bossi Fedrigotti, scrittrice e giornalista, è una dei nostri “Volontari all’Opera per un giorno”. L’esperienza alla Mensa di corso Concordia di Opera San Francesco dove ha servito i pasti agli ospiti l’ha così colpita, che ora è diventata una volontaria a tutti gli effetti. Grazie del supporto! Speriamo davvero che sia un bell’esempio per tutti coloro che parteciperanno a quest’iniziativa.

Dopo J-Ax un altro volto della musica italiana ha vestito i panni del “Volontario all’opera per un giorno”: Elio, voce degli storici Elio e le storie tese, ha accettato di partecipare al progetto nato per celebrare i 60 anni di Opera San Francesco vestendo il grembiule rosso del volontario e servendo i pasti alla Mensa di corso Concordia. Ha anche visitato il Servizio Docce e Guardaroba e il Servizio Accoglienza, vedendo così tutti i passaggi che fa un utente per accedere al pranzo o alla possibilità di lavarsi.

Dopo il suo turno Elio ha esclamato: “OSF è una figata pazzesca! Dopo aver visto con i miei occhi i suoi servizi, per me è insostituibile e indispensabile. “

J-Ax ha visitato il Poliambulatorio di OSF, il Servizio Accoglienza, per poi fare un turno completo alla Mensa di piazzale Velasquez dove ha servito agli utenti un bel piatto abbondante di pasta. Alla fine ha anche lavato i piatti, aiutato dai volontari in turno, scambiandosi battute anche con gli ospiti presenti quel giorno. Un entusiasmo sincero che gli ha fatto definire OSF “Supereroica!”

Al termine della sua esperienza Alessandro ha dichiarato: “OSF rappresenta un’eccellenza per Milano. Dopo averla visitata penso che debba essere presa ad esempio sia nell’ambito della sanità, che in generale in quello dell’aiuto ai poveri. Mi ha molto colpito la qualità suprema di ogni suo servizio e per questo vorrei dire ai giovani che aiutare gli altri non giova solo a chi si trova in una situazione di difficoltà, ma prima di tutto a noi stessi. Vivere in un mondo migliore, è un bene per tutti.”

 

Per tutta Opera San Francesco la partecipazione di Cristina Chiabotto a “Volontario all’Opera per un giorno” è stata una bella conferma, la dimostrazione del suo affetto e del suo attaccamento a OSF e soprattutto la condivisione di un concreto impegno a favore dei poveri. Cristina si è prestata con grande entusiasmo e buona volontà a servire un pasto caldo a tutte le persone che frequentano la Mensa di Corso Concordia di Opera San Francesco. Ma non è la prima volta: infatti già in altre due occasioni aveva deciso di sua iniziativa di visitare OSF e in particolare aveva indossato il grembiule rosso e il badge della volontaria.

Al termine del turno ha dichiarato: “Questa volta ho avuto la voglia di conoscere davvero chi avevo di fronte e ho notato in particolare la delicatezza di chi offre aiuto e la dignità di chi lo riceve e a volte ringrazia solo con un sorriso. OSF in tutto ciò che fa è reale e per questo va sostenuta”.

Lella Costa, attrice, scrittrice e doppiatrice, dimostra ancora una volta tutta la sua umanità e attenzione per il prossimo e partecipa a “Volontario all’Opera per un giorno” di OSF. Lella ha servito i pasti alla Mensa di Piazzale Velasquez e svolto tutti i consueti compiti dei volontari (lavaggio dei vassoi compreso!). Ha inoltre visitato il Poliambulatorio di via Antonello da Messina e pranzato a fine turno con tutta la “squadra” di OSF.

Al termine della sua esperienza, l’attrice ha dichiarato: “I servizi che offre Opera San Francesco hanno la qualità di non discriminare le persone che ne usufruiscono. Mi piacerebbe che la città di Milano ne fosse consapevole, orgogliosa e quindi contribuisse concretamente a questo quotidiano impegno. OSF accoglie e restituisce dignità. Io oggi qui mi sono molto emozionata.”.

 

Tutta la consueta simpatia di Enrico Bertolino insieme a una grande umanità e disponibilità: ecco il risultato del turno di volontariato al Servizio Docce e Guardaroba di Opera San Francesco del comico e presentatore milanese. Una mattinata impegnativa ma con il sorriso sulle labbra che Enrico ha apprezzato moltissimo: “Opera San Francesco è arricchente per i volontari che prestano servizio qui e necessaria per gli utenti ma anche per tutta la città di Milano. Per questo dobbiamo sostenerla, bisogna tirare fuori i danè!”.

 

Il Sindaco Beppe Sala e l’attore Antonio Albanese, accompagnati dal consigliere comunale Marco Fumagalli, protagonisti nella Mensa di Corso Concordia di OSF di un turno di volontariato nell’ambito del progetto “Volontario all’Opera per un giorno“: una partecipazione che dimostra grande sensibilità e attenzione per le fasce più deboli della società. Antonio Albanese ha dichiarato “È una fortuna per Milano che ci sia Opera San Francesco”.

 

Anche il direttore del Corriere della sera Luciano Fontana è diventato “Volontario all’Opera per un giorno”: inseme alla collega Elisabetta Soglio, firma del settimanale Buone notizie, ha prima visitato il Servizio Docce e Guardaroba di OSF, poi servito i pasti alla Mensa di Corso Concordia. Un’esperienza umanamente unica!

 

Demetrio Albertini, bandiera del Milan, è il primo “Volontario all’Opera per un giorno” di Opera San Francesco.

Un progetto nato in occasione dei 60 anni di OSF che mira alla costituzione di una piccola rete di opinion leader che contribuiscano a veicolare il nostro messaggio con la speranza che questa nuova forma di narrazione possa smuovere gli animi perché “ in sessant’anni abbiamo fatto tanto, ma ancora tanto è da fare”.

Guarda la sua esperienza al Servizio Docce e Guardaroba!