menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / 2009: l'anno della Rinascita

Aprile 2010

2009: L'ANNO DELLA RINASCITA

Il 2009 è stato un anno molto importante per Opera San Francesco. Un anno di festeggiamenti, per celebrare i 50 anni di attività, e di rinnovamento e ampliamento dei servizi a favore dei più poveri.

Numerosi gli eventi organizzati per festeggiare l'anniversario della fondazione: da "Il pane di Fra Cecilio in piazza" al Laboratorio del pane per i più piccoli, dalla mostra "Cinquant'anni di Opera San Francesco per i Poveri. Una storia di accoglienza" al concerto presso la chiesa dei Cappuccini eseguito da "Un coro per Milano". E ancora, i tre appuntamenti "Grandi cuochi all'opera" con Cracco, Marchesi e Leemann, lo spettacolo "Francesco. Canto di una creatura" e, per concludere, la visita del Sindaco Moratti, che si è trattenuta a pranzo nella mensa di OSF e la Santa Messa del 20 dicembre celebrata dall'Arcivescovo di Milano Card. Dionigi Tettamanzi. Numerosi appuntamenti per celebrare 50 anni di attività e condividere i valori su cui si fonda la nostra opera con volontari, benefattori e quanti ci seguono.

Un 2009 che ha visto Opera San Francesco impegnata soprattutto nell'aumentare e intensificare i servizi offerti ai più bisognosi: ben 24.064 persone hanno usufruito almeno una volta di un servizio di OSF.

La mensa, servizio storico di OSF, ha incrementato i pasti erogati rispetto al 2008, arrivando a distribuire nel corso dell'anno quasi 669.000 pasti, con una media giornaliera di 2.139.

Il Centro raccolta, dove è possibile donare indumenti, farmaci e derrate alimentari è stato trasferito in un nuovo capannone in via Vallazze 113, sede più adeguata per la selezione e lo stoccaggio dei beni donati dai benefattori.

Anche il servizio docce e guardaroba ha continuato a servire i più bisognosi a pieno regime, registrando 58.084 ingressi alle docce (230 in media al giorno) e 8.407 cambi completi d'abito: numeri importanti che fanno capire come tuttora ci siano persone che, vivendo per strada, non hanno la possibilità di accedere autonomamente a questi servizi basilari.

L'ambulatorio di via Nino Bixio ha continuato ad offrire le sue prestazioni grazie al servizio dei medici volontari, con un aumento generale delle visite. Sono state ben 33.356 le visite effettuate, con una media giornaliera di 142. Nel 2009, inoltre, sono iniziati i lavori di ristrutturazione della nuova sede dell'ambulatorio, presso il Convento dei Cappuccini in piazza Velasquez, che verrà inaugurata il prossimo 10 giugno. Il nuovo ambulatorio, più grande e attrezzato, permetterà di potenziare il servizio. Servizio che già nel 2009 ha visto importanti novità, come il progetto "Immigrazione Sana" e per lo screening e la prevenzione della TBC e delle malattie sessualmente trasmissibili, il progetto "Ferite Invisibili" volto alla cura psicologica e fisica di coloro che hanno subito violenze o torture e il servizio di assistenza per i "Disturbi Alimentari". La farmacia, inoltre, nel corso dell'intero 2009 ha erogato complessivamente 53.255 confezioni di farmaci.

Anche i servizi dell'area sociale hanno lavorato a pieno regime. Il servizio accoglienza ha registrato 7.783 nuovi iscritti. Lo sportello lavoro ha svolto 347 colloqui complessivi, mentre il servizio sociale ne ha registrati 219, per un totale di 11 utenti presi in carico. Il Progetto Residenzialità Assistita ha permesso ad OSF di offrire 14 appartamenti ai suoi poveri, che hanno trovato il conforto di un luogo caldo e sicuro. Inoltre il Comune di Milano ha affidato ad OSF tre alloggi, tra quelli confiscati alla mafia, che saranno presto utilizzati per effettuare nuovi inserimenti.

L'operato di OSF è un lavoro quotidiano che coinvolge tutti e che non sarebbe possibile senza i suoi volontari, giunti a 518 (di cui 137 medici) e i numerosi benefattori. Tutti uniti per aiutare chi non ha nulla e non può essere lasciato solo. È una squadra ben affiatata che condivide quotidianamente il proprio operato, perché la condivisione è alla base della Rinascita.

 

Notizia presente
nella newsletter
Aprile 2010